Venerdì 27 gennaio, le classi 3a C e 3a A si sono recate presso il cimitero ebraico di Scandiano per celebrare il Giorno della Memoria. Erano presenti il sindaco, l’assessore alla scuola, rappresentanti della comunità ebraica di Reggio e delle forze dell’ordine, una classe dell’Istituto Gobetti.

Le due classi dell’Istituto Comprensivo M.M.Boiardo hanno intonato canzoni in diverse lingue e recitato poesie quali “Se questo è un uomo” di Primo Levi e “Un paio di scarpette rosse” di Joyce Lussu.

A colpire molto i presenti è stato il discorso del sindaco in memoria degli ebrei deportati e di quelle poche persone che hanno avuto il coraggio di opporsi e di offrire il proprio aiuto; durante il suo discorso, il sindaco, si è rivolto agli studenti invitandoli a provare ad immaginare il freddo che pungeva il naso degli ascoltatori, solo più forte, molto più forte, un freddo da sopportare dopo interminabili ore di lavoro, con “uniformi” simili a sottili “pigiami”.

Il Giorno della Memoria viene celebrato per impedire alle persone di dimenticare ciò che l’uomo un tempo ha fatto e per non ripetere gli stessi errori in futuro.

 Marta   Classe  IIIa C

Memoria

 

Il giorno della memoria, venerdì 27 gennaio 2017, le classi 3°A e 3°C, alle ore 11, si sono recate, insieme al Dirigente e ai loro insegnanti,  al cimitero degli ebrei di Scandiano  per commemorare la Shoà. Qui hanno cantato alcune canzoni e letto poesie inerenti la persecuzione razziale. Erano presenti il sindaco, altre autorità e cittadini che non vogliono dimenticare ciò che è accaduto durante il secondo conflitto mondiale.

In preparazione a questa giornata, gli alunni si sono informati  sull’esistenza dei campi di concentramento e sull’ Olocausto, attraverso letture, documenti e la visita guidata a Carpi al “Museo monumento al deportato” ( visita offerta a tutte le classi terze dall’Amministrazione Comunale).

Sono stati letti brani tratti da “La notte” di Wiesel, lettere di un bambino deportato a Terezin, e la poesia “Un paio di scarpette rosse” di Lussu, alternati alle canzoni “Gam Gam”, “Auschwitz” ed “Evenu Shalom”.

Il sindaco Mammi e l’assessore Pighini, sono intervenuti parlando dell’importanza di questa giornata e del dovere di ogni cittadino di ricordare per evitare che si ripeta.

Al termine è stata distribuita una semplice brochure che conteneva, a fianco del testo originale, l’attualizzazione della poesia ”Se questo è un uomo” di Primo Levi composta dai ragazzi di III° A.

Le due classi, dopo aver ricevuto molti complimenti per il lavoro svolto, sono poi tornate nelle rispettive classi per concludere la mattinata scolastica.

Alleghiamo:

I testi della Memoria letti insieme

Il fascicolo realizzato dalla nostra classe

L’articolo tratto dalla Gazzetta di Reggio

 

Davide e Andrea ( III° A)